Perché mi sono imbarcato in una cosa così, in tutti i sensi a mie spese

Chi sono

Mi chiamo Mirko Albertin, mi sono laureato in Architettura allo IUAV di Venezia nel 1986 e insegno nelle scuole superiori del vicentino dal 1989.

Svolgo la mia attività professionale esclusivamente in aula.
Periodicamente organizzo corsi di base per l'utilizzo di programmi rigorosamente freeware.

Sono un insegnante tecnico ma non voglio essere un dispensatore di conoscenza, resto persuaso che la Scuola debba sempre mirare alla formazione integrale dell'individuo.

Credo che la comunicazione verbale sia solo uno dei canali della "narrazione educativa" e, a volte, nemmeno il migliore.

Dove insegno

Attualmente insegno all'ITET Aulo Ceccato di Thiene (VI).

Corso CAT (Costruzioni Ambiente e Territorio)

Cosa insegno

Tecnologie e Tecniche di Rappresentazione Grafica (TTRG)

Disegno a matita
Ogni elaborato tecnico deve essere ideato ancor prima che disegnato; il tipo di rappresentazione, la scala, il livello di dettaglio, la precisione e molti altri parametri devono essere gestiti con cura prima di procedere.
La fase di ideazione è complessa e rigorosa, ma nello stesso tempo può e deve essere libera e creativa.
L'abile disegnatore tecnico deve saper coniugare queste due anime e sintetizzarle nella rappresentazione.
Da molto tempo, e per molti anni ancora, la matita resterà il miglior strumento per coniugare l'ingegnosa libertà del progettista con il rigore della rappresentazione tecnica.

Disegno CAD
Il CAD nasce per gestire la complessità.
L'idea progettuale, nata negli schizzi a matita, prende forma e si arricchisce di una infinita quantità di dettagli.
Il disegno tecnico diventa virtualmente immateriale, di ampiezza illimitata, facilmente modificabile e potenzialmente indeteriorabile.
Il computer annulla l'errore grafico e apre le porte della progettazione collaborativa.
Naturalmente non dobbiamo mai dimenticare che il computer è un elettrodomestico che ci restituisce quello che ci siamo presi la briga di metterci dentro: al centro della nostra azione ci deve sempre essere l'intelligenza e la creatività umana.

Scienze e Tecnologie Applicate (STA)

ITET Ceccato - Thiene

Si tratta di una materia attivata solo nelle classi seconde degli istituti tecnici ad indirizzo tecnologico.
E' una introduzione alle materie professionalizzanti che lo studente affronterà nel triennio.
Per il corso CAT gli argomenti trattati saranno: storia dell'Architettura, urbanistica, materiali da costruzione, strutture e Impianti, progettazione, cenni di statica, misurazioni e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Attività didattica varia ed articolata, offre spunti di riflessione e consapevolezza al giovane allievo geometra.
Scarica una brochure sulle mie dispense "Schede di STA".

Cosa penso

Non si insegna quello che si sa o quello che si crede di sapere: si insegna e si può insegnare solo quello che si è.
Jean Laurès

Less is more.
Mies Van der Rohe

L'esperienza è quella cosa che ti fa riconoscere un errore quando ci caschi per la seconda volta.
Aldo Benoni

Il genio impara solo da se stesso, il talento soprattutto dagli altri.
Arnold Schönberg

La nostra epoca sarà tristemente ricordata: per i ciclisti sulle camionabili, per le stufe da giardino e per l'acqua potabile negli sciacquoni del wc.
Trinko Lambire

Per riuscire bene a scuola non serve intelligenza ma una sufficiente dose di tenacia.
Ritmi Nel Kobra

Lo scopo del lavoro è quello di guadagnarsi il tempo libero.
Aristotele

Pensare libero è grande, ma pensare retto lo è ancor di più.
Motto università di Uppsala

In un paese moderno i libri di testo, almeno nella scuola dell'obbligo, dovrebbero essere gratuiti.
Diffusa opinione dei genitori che incontro

L'artista è niente senza il dono, e il dono è niente senza il lavoro.
Emile Zola

Per quante buone parole potrai leggere e pronunciare, quale bene ti arrecheranno se non le metterai in pratica?
Siddhartha Gautama

Quando ti chiedo che cosa fai nella vita, non voglio sapere che lavoro fai. Mi interessa sapere quanta bellezza hai vissuto, che cosa ti tiene sveglio la notte, che cosa ti fa sorridere quando nessuno ti guarda.
Fabrizio Caramagna

Instagram feed